Da genitore, faccio molta fatica a capire quelle famiglie che ricorrono al Tar per chiedere la riapertura delle scuole. Non riesco a trovare una logica in chi contesta un provvedimento dettato dalla necessità di tutelare studenti e docenti dal Covid. Non sarà una sentenza a sconfiggere la pandemia.

Gli orari dettati dai prefetti risulteranno pesantissimi per i ragazzi che, paradossalmente, si troveranno ad avere meno tempo che in Dad per lo studio.

Anche i richiami alla socialità mostrano che, davvero, non si sa di cosa si sta parlando e la scuola è solo un pretesto per portare avanti istanze private, per difendere il proprio particulare,senza tenere conto del quadro d’insieme.

Quale socialità possono sviluppare 25 ragazzi distanziati di un metro, con la mascherina, che non possono neanche scambiarsi una matita, nè alzarsi, nè bisbigliare tra loro?

Ben chiusi nei loro giacconi per il freddo che penetra dalle finestre aperte. Con la possibilità di mangiare a ricreazione ma non di alzarsi dal banco.

Era questa la realtà della scuola quando ha aperto a Settembre, forse a qualcuno è sfuggito, e questa sarà se riapriremo tra breve, chissà per quanto tempo. Mi spieghino psichiatri, psicologi, ecc., dov’è la socialità in una scuola così.

Meglio che restare ore davanti a uno schermo? Forse, forse no, sulla Dad si scrivono e dicono un mare di sciocchezze, generalizzando e, di conseguenza, banalizzando e facendo di tutt’erba un fascio.

In conclusione, poichè l’argomento è stucchevole e vorrei prossimamente parlare del mio nuovo libro, invece che continuare a confutare idiozie, come al solito non si vede neanche l’ombra di una politica scolastica seria e a lungo termine.

Le famiglie che protestano, come gli studenti che protestano, sono una risibile minoranza ma occupano i titoli dei giornali a scapito di chi, sulla scuola, di cose da dire e proposte da fare ne avrebbe, ma viene sistematicamente ignorato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...